“VALSUSA TRAIL” SUI SENTIERI DELLA SACRA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

CHIUSA SAN MICHELE – Manca poco a domenica 2 giugno, data della settima edizione del Valsusa Trail. La tensione sta salendo, il lavoro si fa frenetico, si dorme poco: gli organizzatori ci tengono a proporre un evento di qualità e nessun dettaglio viene tralasciato. Gli organizzatori del Valsusa Running Team, lavorano tutto l’anno sul percorso, ci sono i sentieri da mettere in ordine, rimuovere le piante cadute durante l’inverno, tagliare le erbacce e pulire il percorso dalle foglie. E poi vanno a riscoprire tratti sentieri da tempo abbandonati. Un lavoro utile non solo per la gara, ma che rimane un valore disposizione della comunità, per i propri residenti e per i turisti.

La macchina organizzativa impiega nel giorno della gara circa 150 volontari che dedicano il loro tempo con passione per la riuscita dell’evento e per dare lustro e prestigio ai nostri luoghi, così belli. L’obiettivo per tutti è di far le cose per bene con l’aiuto di tanti amici, e di regalare delle belle emozioni ai concorrenti, alle loro famiglie e agli spettatori. Anche quest’anno ci sarà la possibilità di scegliere fra la Hero Marathon (42,2 Km e 2800 metri di dislivello), il Trail lungo (21,1 Km e 1100 metri di dislivello) o il Trail corto (9 Km e 550 metri di dislivello). In più ci sarà la gara di dog endurance.

I percorsi sono immersi nella natura dove poter correre e camminare, percorrendo l’Antica Mulattiera che porta da Sant’Ambrogio fino alla Sacra di San Michele, attraversando le borgate di Basinatto, Pian Pumè, Bennale, Folatone, Mura sul Sentiero dei Franchi e, per chi fa la HERO, su fino a Castel Billia e Colle Bione. Per poi ridiscendere verso l’abitato di Chiusa sui sentieri di Sacra Natura e Via Francigena.

I tracciati, in parte rinnovati, sono stati presentati venerdì 17 maggio a Chiusa San Michele da Gabriele Abate e Emanuel Modenin, alla presenza del Sindaco Fabrizio Borgesa.

Da quest’anno la gara fa parte dell’Itra, International Trail Running Association. La gara darà un punteggio, che cumulato ad altri punti, permetterà l’iscrizione a prestigiose gare internazionali. La preparazione ad un trail non si improvvisa. Gabriele Abate, nel corso della serata, ha spiegato come sia importante appoggiarsi ad un istruttore qualificato, che pianifichi una preparazione personalizzata e che dia dei consigli importanti sull’abbigliamento e sulle calzature. Il “fai da te” in questa disciplina potrebbe provocare più danni che benefici.

Il dottor Suraci, del Medical Lab, presente all’incontro ha spiegato l’importanza dell’alimentazione, anche post gara, e della corretta idratazione. Allenamento, alimentazione, tecnica: i tre ingredienti fondamentali per praticare il trail, e qualsiasi sport. Alla serata ha partecipato anche il giovane Stefano Dagostino, vincitore della passata edizione della Hero Marathon e che, reduce da una lunga preparazione, sarà uno dei favoriti del prossimo 2 giugno. Era presente anche Paolo Gallo che ha vinto negli anni passati sia il trail lungo che quello corto.

Sabato 2 giugno, dunque, tutti a Chiusa San Michele a tifare tutti gli atleti. La HERO Marathon parte alle 8.15. Alle 9.30 partono i Trail corto, quello lungo. Ci sono tanti bei posti lungo il percorso per andare a fare il tifo, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Oppure sarà possibile seguire la diretta dell’evento sui maxischermi all’arrivo, grazie ad alcune telecamere che verranno poste sul percorso. Nel pomeriggio ci sarà spazio anche per le gare i bambini, i partecipanti dei futuri Valsusa Trail! Alle 16 circa le premiazioni.

Clicca QUI per vedere tutto il programma del Valsusa Trail 2019!

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.