FESTIVAL ALTA FELICITÀ, I NO TAV FARANNO ANCHE LA “GITA” AL CANTIERE DI CHIOMONTE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’UFFICIO STAMPA DEL FESTIVAL ALTA FELICITÀ 

VENAUS – Tanti eventi al Festival Alta Felicità che, dalle ore 10 di venerdì 27  e fino alla sera di domenica 29 luglio, sarà nel vivo di tutte le sue attività: gite, concerti, incontri culturali, sport e giochi per bambini, faranno vibrare la Borgata 8 dicembre di Venaus, luogo storico del movimento NoTav. Novità di quest’anno sarà la gita al cantiere di Chiomonte di sabato 28 luglio, con il ritrovo all’infopoint del Festival alle ore 12.30 circa.

L’intero Festival si fermerà per alcune ore e tutti si dirigeranno sui sentieri della Val Clarea per osservare con i propri occhi dove finisce lo sperpero immenso di denaro pubblico e chiedere al nuovo governo l’immediato blocco dei lavori.

Pensiamo che sia importante fermare la festa, il tempo necessario per permettere a tutti di guardare ai danni provocati in Val Susa dal cantiere Tav. Ancora di più in questo momento politico di messa in discussione della grande opera inutile. – dice il Movimento – Una gita pensata alla moda No Tav, con la stessa gioia che contraddistingue il festival“.

 Tornano i concerti, quella che ad alta felicità faranno ballare e saltare migliaia di giovani e meno giovani, con i tanti artisti che si potranno incontrare sui diversi palchi, tra cui: Ascanio Celestini, Marina Rei & Paolo Benvegnù, Sud Sound System & Bag A Riddim Band, Mezzosangue, Mellow Mood, Tommaso Zanello in arte “Piotta”, Teresa De Sio, Modena City Ramblers, Dub Inc, Le Luci Della Centrale Elettrica, e ancora Wu Ming 1, Marta Fana e Bruno Arpaia e molti altri ancora.

Restano invariate le parole d’ordine dell’Alta Felicità: accessibilità, sostenibilità ambientale, condivisione, cura e voglia di praticare un modo diverso di vivere. Più vicino alle esigenze delle persone e distante dalle logiche del profitto.

La forza del movimento No Tav sta nella partecipazione e nell’organizzazione ampia e  coinvolgente delle attività, in oltre 200 hanno già scelto di aderire alla campagna Entra a far parte della Ciurma ad Alta Felicità. Per chi purtroppo non potrà essere presente, sarà comunque sostenere la raccolta fondi denominata “La Felicità non ha prezzo”.

Tornano le tante gite che ogni giorno accompagneranno centinaia di persone sui sentieri partigiani, storia della Valsusa, i murales di Blu e alle cascate di Novalesa.

Le tante cucine che insieme sazieranno tutti con piatti che andranno dagli agnolotti alla borragine con pomodoro e basilico alle lunette alla toma di Lanzo, dai gofri dolci e salati alle robiole ai ferri con pomodori, per continuare con il grande stand della griglia, le infinite prelibatezze vegane e vegetariane e molto altro ancora.

Anche il Mercato Consapevole sarà presente per le vie del paese di Venaus, dove artigiani e produttori locali presenteranno i propri articoli che spazieranno da piccole creazioni di oreficeria, sartoria e molti altri generi.

Saranno adibite due grandi aree verdi dove si potranno comodamente montare le tende. Il pernottamento è completamente gratuito. Ogni area adibita a campeggio sarà dotata di servizi igienici. È richiesta la cura del luogo attraverso l’utilizzo degli appositi raccoglitori per i rifiuti rigorosamente suddivisi per effettuare la raccolta differenziata. E’ atteso un pubblico che non si senta cliente, ma parte attiva dell’evento.

Come nelle scorse edizioni, il servizio navette accompagnerà i partecipanti da Susa all’area del festival e sarà attivo dalle ore 10 del mattino sino alle 4 di notte, proprio perché per quattro giorni si camminerà a passo d’uomo per l’intera area del Festival.

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

2 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.