GIAVENO CANTA “BELLA CIAO” DAI BALCONI CON LE ASSOCIAZIONI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

dall’ASSOCIAZIONE “DONNEDIVALLE”

GIAVENO – Lo scorso anno DonneDiValle insieme ad altre associazioni locali aveva lanciato per la Festa del 25 Aprile, il canto corale di “Bella Ciao”. L’iniziativa aveva coinvolto La Piazzetta, Sole Donna, l’ANPI Giaveno Val Sangone, la Corale Giaveno InCanto, la Banda Musicale Leone XIII che avevano condotto nelle settimane precedenti alcune prove del canto simbolo della  Resistenza, ma anche dell’Inno d’Italia e di una strofa dell’Inno Europeo.

Il canto aveva poi avuto luogo come flash mob sabato 27 aprile, durante lo svolgimento del mercato. Questo aveva fatto si che l’iniziativa interessasse la gente e trovasse nella gente altri partecipanti che si sono uniti nell’esecuzione dei canti. Dopo essere partiti da punti diversi delle piazze del centro di Giaveno cantando, i partecipanti hanno raggiunto il Sagrato della Collegiata di San Lorenzo dove hanno avuto le esecuzioni.

Quest’anno restando a casa per contrastare il Coronavirus, la piazza che unirà le persone  sarà quella a distanza e virtuale. L’Associazione culturale e di incontro DonneDiValle insieme  anche in questa occasione, alle associazioni ANPI Giaveno Val Sangone, Sole Donna, La Piazzetta, la Corale Giaveno Incanto, la Banda Musicale Leone XIII e con il patrocino della  Città di Giaveno invita tutti i cittadini giavenesi e valsangonesi a cantare da casa, sul balcone, alla finestra, in giardino, “Bella Ciao” alle ore 15 di sabato 25 aprile 2020, seguito dal canto dell’Inno di Mameli. La Banda Leone XIII inoltre realizzerà un video con le clip del canto “Bella Ciao” che verrà pubblicato sui social in vista della ricorrenza.

Sarà un modo per promuovere e dare valore alla memoria della Resistenza, di lotta per la liberazione, di ricordare  le donne e gli uomini della Resistenza a Giaveno e in Val Sangone. Di  sostenere il valore dell’unione e della solidarietà, della fratellanza e della libertà. Ci uniremo così anche all’appello dell’ANPI Nazionale e all’iniziativa #bellaciaoinognicasa, un’invasione di memoria.

“Inoltre DonneDiValle con le associazioni collaboratrici che ringrazio sentitamente  per aver accolto e sostenuto il nostro invito, raccoglierà scritti, citazioni, frasi tratte da libri, pubblicazioni, disegni, fotografie, altri materiali realizzati dai cittadini che vogliono documentare restando a casa, la ricorrenza del 75° Anniversario della Liberazione  e narrare  i valori nati da quella esperienza, cosa è stata e come è stata provata, anche in relazione a questa emergenza sanitaria – afferma Alessandra Maritano, referente culturale di DonneDiValle -. Magari sarà anche l’occasione per qualche nonno di rinnovare   il ricordo  dei  fatti vissuti  negli  anni ’43 – ’45, di ritrovare  un vecchio quaderno, una pagina di giornale, una foto ingiallita,  ma anche per recuperare fatti raccontati dai  loro genitori e famigliari e coinvolgere  nipoti e giovani. Il tutto contribuirà a lasciare una traccia  del passato  e dell’oggi  in questo tempo di ripresa e speranza”.

Per questo è possibile mandare il materiale, il proprio contributo  utilizzando l’indirizzo email  donnedivalle@gmail.com oppure contattando i numeri di telefono 320-9087613 e 339-8426449. C’è tempo fino all’8 maggio. Il materiale raccolto verrà impiegato per realizzare  insieme una mostra o  un’altra iniziativa di condivisione a fine anno o il prossimo 25 aprile 2021.

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.