GIAVENO, LAVORI IN STRADA E NAVETTA SOPPRESSA: DISAGI IN BORGATA SELVAGGIO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

LETTERA FIRMATA

GIAVENO – Gentile redazione di ValsusaOggi, sono una residente di Giaveno e abito nella borgata Selvaggio. Vorrei esporre un problema molto serio per le persone che come me non hanno la patente e utilizzano le navette della Cavourese per recarsi tutti i giorni al lavoro: da lunedì 5 luglio tutte le corse da Giaveno a Selvaggio e da Selvaggio a Giaveno saranno soppresse, causa lavori.

I residenti che hanno la macchina possono passare, ma i bus no (se passano le macchine mi chiedo perché le navette no o non possano essere deviate allo stesso modo su via Monsignor Bovero). Da Selvaggio, se si deve prendere la navetta per recarsi al lavoro bisogna andare a piedi fino a Coazze e prendere il bus da lì per andare a Giaveno. Io e altri residenti ci chiediamo perché questi lavori non si sono fatti quando la maggior parte dei lavoratori erano in cassa integrazione Covid, quando per le strade non circolava nessuno…o se non si potevano fare questi lavori nel mese di agosto, quando la maggior parte delle persone sono in ferie.

Mi viene spontanea una domanda: ma un servizio pubblico può venire totalmente soppresso causando notevoli disagi alle persone che non sono automuniti o senza patente? Non si pensa alle persone anziane, se devono andare dal medico o a fare una visita all’ospedale? Non si pensa alle persone che magari hanno difficoltà a deambulare? Come fanno ad andare a piedi da Selvaggio a Coazze, che è situato in un altro comune?

Grazie per la vostra attenzione.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.