IL NUOVO LOGO DEL PARCO ALPI COZIE? L’HA IDEATO LUCA, STUDENTE DI OULX

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

di CLAUDIA GRIGLIO

OULX – Luca Rubella, studente della classe 4 grafico multimediale del Des Ambrois di Oulx, ha vinto il concorso per la creazione del nuovo logo dell’Ente gestione aree protette delle Alpi Cozie.
Seguito dai docenti di indirizzo: Manuela Belvedere e Andrea Prencipe, Luca ha elaborato in grafica computerizzata la propria idea di alpi così come chiesto dal nuovo Ente che dal 2012 è progressivamente subentrato per funzioni e competenze al Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand, al Parco naturale della Val Troncea, al Parco naturale Orsiera-Rocciavrè, alla Riserva naturale dell’Orrido di Chianocco, alla Riserva naturale dell’Orrido di Foresto e al Parco naturale dei Laghi di Avigliana.

image

Il compito non semplice di riunire in un solo oggetto grafico la rappresentazione di un così ampio territorio è stato facilitato dalla preziosa consulenza del maestro Ezio Gribaudo, artista, editore, collezionista e promotore culturale che, nei sui 84 anni di vita, ha viaggiato ed esplorato il mondo del design e dell’arte incontrando personaggi quali Pablo Picasso, Peggy Guggenheim, Lucio Fontana.
La selezione, avvenuta ad aprile, ha indicato l’idea di Luca Rubella come la migliore tra quelle in concorso ed ha quindi permesso allo studente di incontrare il maestro e limare con lui la stesura definitiva del logo.
Venerdì 6 maggio si è tenuta presso l’auditorium del Des Ambrois di Oulx la premiazione ufficiale alla presenza del dirigente prof. Piero Ainardi , di Stefano Daverio e Bruno Aimone, rispettivamente presidente e direttore ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie, di Nadia Faure responsabile area fruizione e comunicazione dell’ente. Accompagnato dalla figlia Paola è intervenuto direttamente Ezio Gribaudo che ha consegnato il primo premio allo studente e riconoscimenti anche ai primi cinque classificati.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.