IN VALSUSA LA FIERA BOSTER: A OULX LA FESTA DEL BOSCO, PRESENTATA OGGI IN REGIONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

DALL’UFFICIO STAMPA DELLA FIERA BOSTER OULX 2021 / FOTO DI ANDREA ZELANO E THOMAS ZANOTTI

OULX – Dopo la crisi Covid, il Piemonte riparte dal suo grande polmone verde. Un patrimonio unico e di eccellenza, per offrire posti di lavoro, formazione e opportunità. Non a caso, il Piemonte punta moltissimo sulla Green Economy e dopo i lunghi mesi di restrizioni a causa della pandemia, sarà tra le prime regioni in Italia a ospitare nuovamente una Fiera Internazionale totalmente aperta al pubblico: da venerdì 2 luglio a domenica 4 luglio 2021 si terrà in alta Valsusa “BOSTER NORD OVEST” (acronimo di Bosco e Territorio), l’unica manifestazione in Italia interamente all’aperto, dedicata alla valorizzazione delle filiere del legno, alla gestione del territorio e all’agricoltura di montagna. Nella kermesse saranno ospitate le più importanti aziende del settore, provenienti dalle altre regioni italiane e dall’estero.

L’evento è stato presentato oggi, venerdì 18 giugno 2021, ai media durante la conferenza stampa nella Sala della Trasparenza della Regione Piemonte, con la partecipazione dell’assessore regionale Andrea Tronzano.

La Fiera Boster si tiene nella suggestiva pineta di Oulx (frazione Beaulard), nel cuore verde dell’alta Valsusa (in provincia di Torino) dal 2 al 4 luglio 2021.

Economia forestale, agricoltura di montagna, lavori in bosco, design ed artigianato: numerosi saranno i corsi, i workshop, i convegni, ed gli incontri durante questa tre giorni imperdibile per il grande pubblico e gli addetti del settore.

NELL’ANNO DEL COVID AUMENTANO LE ISCRIZIONI AGLI ISTITUTI FORESTALI: “I BOSCHI CREANO POSTI DI LAVORO”

La Green Economy e il settore forestale rappresentano un punto di ripartenza fondamentale per l’economia piemontese, per superare la crisi Covid. Secondo l’ultima indagine della Coldiretti /Notosondaggi, proprio nell’anno del Covid, tra gli studenti italiani c’è stato un aumento del +15% delle iscrizioni agli istituti professionali dedicati al settore agricolo e forestale/montagna. Sono aumentate del 6% anche le presenze negli istituti tecnici con gli stessi indirizzi didattici, secondo un’elaborazione Coldiretti su dati del Miur.

E i dati ufficiali della Regione fanno capire quanto il settore forestale sia fondamentale per l’economia del Nord Ovest: i boschi in Piemonte occupano una superficie di circa 930.000 ettari, con un indice di boscosità medio (rapporto tra la superficie a bosco e la superficie totale di un determinato territorio in %) pari al 37%. E’ verosimile stimare la presenza di 1 miliardo di alberi.

Negli ultimi 60 anni i boschi sono cresciuti in superficie dell’80%, vale a dire 400.000 ettari in più, quasi 600.000 campi da calcio. Continuano ad aumentare le imprese forestali. L’evento “Boster” è organizzato da G. Pirrera Eventi in collaborazione con la Regione Piemonte, il Comune di Oulx, la Città Metropolitana di Torino e il Consorzio Forestale Alta Val Susa. Giunta alla decima edizione biennale, offre un’area espositiva di 40.000 metri quadri: una fiera unica nel suo genere e adatta a tutti, dagli specialisti del settore ai privati.

Particolare attenzione ovviamente sarà data alla filiera legno-energia, al bosco e al territorio, con un’ampia gamma di macchine ed attrezzature per la prima lavorazione del legno, con l’esposizione a fiamma accesa di caldaie, stufe e camini e con la possibilità di visite tecniche ad impianti realizzati sul territorio. Una particolare attenzione sarà data al design e all’artigianato.

Le edizioni passate contano migliaia di visitatori, ma il 2021 vuole essere l’anno della ripartenza: spazio anche agli amanti delle quattro ruote con il “Raduno delle Panda 4×4”, vettura che rappresenta un simbolo per gli amanti della montagna.

Infine, Boster Nord Ovest vuole valorizzare le economie locali legate al legno e al turismo, tutto in un’ottica “green” e sostenibile. Un bene così prezioso come il nostro territorio boschivo non potrebbe essere celebrato meglio di così, con Boster: la vera “festa del bosco”.

Il tutto in completa sicurezza: “Abbiamo predisposto un protocollo sicurezza per la fiera, che prevedrà un check ai visitatori all’ingresso – spiega il direttore Gianluigi Pirrera – un percorso di visita con ingresso e uscita diversi, piazzole distanziate e controlli anti-assembramento, al fine di garantire uno svolgimento sereno ed in sicurezza della manifestazione”.

MAGGIORI INFO SUL SITO www.fieraboster.it (Facebook e Instagram: Boster Fiera)

IL SALUTO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE CIRIO E DEL VICEPRESIDENTE CAROSSO

Siamo particolarmente lieti che, dopo la pausa forzata del 2020, a causa della pandemia, quest’anno la nostra regione possa tornare a ospitare una fiera importante come BOSTER, che mette al centro la meccanizzazione agroforestale, i lavori in bosco, la gestione e la manutenzione sostenibile del territorio montano. Obiettivi in cui come amministrazione crediamo fortemente per il rilancio delle nostre vallate e a cui stiamo lavorando ed è per questo che anche quest’anno saremo presenti all’evento, con uno stand dedicato alle foreste piemontesi e alla loro gestione e con la proposta di momenti di incontro e di approfondimento. Questa fiera rappresenta infatti il palcoscenico adatto a raccontare e mostrare ciò che la Regione Piemonte sta facendo in un’ottica di innovazione e
gestione forestale sostenibile, grazie anche all’attuazione delle Misure forestali del Programma di Sviluppo Rurale. Una delle misure di sicuro interesse per il mondo professionale del settore è quella che mira a migliorare il potenziale economico delle foreste, attraverso l’acquisizione di mezzi e attrezzature forestali, e stimolando l’utilizzo della tecnologia nelle diverse fasi del processo lavorativo. Il bando 2021 ha una dotazione finanziaria di 3 milioni di euro, che sarà certamente incrementata con le risorse che arriveranno al Piemonte grazie al prolungamento del PSR 2014-2020 nel biennio 2021-2022. Queste risorse sono una boccata di ossigeno per le imprese forestali del Piemonte che intendono investire nella tecnologia e nell’innovazione. E in considerazione che BOSTER rappresenta una importante rassegna tecnologica di macchine e attrezzature forestali cui è associata una valenza commerciale per le imprese del settore, in concomitanza con il suo svolgimento, la Regione Piemonte ha deciso di prorogare di 5 settimane la scadenza del bando, dal 2 luglio al 6 agosto 2021.

IL MESSAGGIO DEL SINDACO DI OULX ANDREA TERZOLO

Dopo il lungo periodo di buio dovuto alla pandemia, Beaulard riparte alla grande con il più grande evento del Nord Ovest dedicato alla filiera del legno. Il legame tra Beaulard e BosTer è ormai più che consolidato e l’area espositiva del Pinet si conferma il luogo ideale per ospitare in sicurezza un evento che a maggior ragione dopo un lungo periodo di chiusura, vuole sottolineare l’importanza di saper utilizzare in maniera sapiente e sostenibile le nostre risorse
forestali e ambientali.

IL MESSAGGIO DEL DIRETTORE DELLA FIERA, GIANLUIGI PIRRERA

Dopo l’esperienza lavorativa in Paulownia Italia srl, la precedente società organizzatrice che ora ha chiuso i battenti, ho raccolto il testimone per la gestione della manifestazione, in un momento difficile per gli eventi pubblici, intenzionato tuttavia a dare nuova linfa e nuovo impegno all’evento. Come sapete questa edizione, organizzata in tempi record ottenute le necessarie autorizzazioni, corrisponde di fatto alla 10a edizione biennale ed è il recupero dall’anno scorso funestato, com’è noto, dalla pandemia.

Oggi voltiamo pagina con l’auspicio, davvero, che i sacrifici fatti finora da parte di tutta la comunità siano serviti per riprendere piano piano la vita che consideriamo “normale” fatta di relazioni in persona, incontri in cui vedersi negli occhi e potersi (finalmente) stringere la mano. Ovviamente mantenendo ancora un occhio attento alla prevenzione, poche minime attenzioni che nell’organizzazione di un evento pubblico terremo in debita considerazione.
BOSTER infatti adotta un Protocollo Sicurezza che prevede la prevendita on line del biglietto per evitare le code in fiera, un check ai visitatori all’ingresso, piazzole distanziate e controlli antiassembramento al fine di garantire uno svolgimento sereno ed in sicurezza, tenendo anche conto che l’evento si tiene all’aperto, in una valle nota (peraltro) per la sua ventosità.

Anche in questa inedita edizione di BOSTER Nord Ovest presenta nel reale contesto operativo macchine, attrezzature e tutte le tecnologie funzionali alle filiere bosco – legno, dall’esbosco alla prima lavorazione del legno finalizzata al riscaldamento domestico e collettivo e all’uso del legno nell’edilizia sostenibile e nell’arredo.

Desidero ringraziare tutti gli enti, le associazioni e le realtà del territorio che da sempre accolgono e sostengono la Manifestazione, specialmente in questa stagione di “ripresa” degli eventi pubblici. Un ringraziamento anche, e soprattutto, va alle aziende espositrici che in questa fase critica, anche per il comparto economico, costellato da difficoltà dei processi produttivi, impennata dei costi delle materie prime, forti ritardi nelle consegne, hanno creduto in BOSTER e nella sua capacità di promuovere le relazioni commerciali. L’offerta di questa edizione si arricchisce di momenti informativi e formativi ad alta valenza
tecnico-scientifica. Vi invito a seguire il nostro sito web (www.fieraboster.it) e gli “account social” (Facebook ed Instagram) dove a breve pubblicheremo il programma dei convegni e di tutti gli incontri tecnici in fiera. Non mancheranno anche degli eventi collaterali pensati per i “non addetti ai lavori” come il
Raduno di Panda 4×4 in collaborazione con il Panda 4×4 Off-road Club Italia e il raduno internazionale dei Segantini Mobili curato da Carlo Petrolo “Boratt” con momenti di approfondimento sui temi della biodiversità e dell’economia circolare. Il mio invito è pertanto quello di venire in visita a BOSTER nord ovest, con tutta la famiglia perché ciascuno, dal professionista, all’hobbista e al curioso, troverà nella Manifestazione un motivo di interesse e perché no anche di svago e di divertimento (credo forse ne abbiamo un po’ tutti bisogno!).

IL SALUTO DELLA CITTA’ METROPOLITANA DI TORINO

Bosco e Territorio” è un’iniziativa che, a diciannove anni dalla sua prima edizione, prosegue, si consolida, conta sempre più sulle risorse private e sempre meno sul contributo finanziario pubblico. Il progetto Bosco e Territorio e la fiera BOSTER sono stati e sono tuttora l’esempio di una proficua collaborazione tra pubblico e privato e di una notevole capacità delle comunità locali di fare sistema, per valorizzare la risorsa forestale, difendere l’ambiente e creare nuovi posti di lavoro. Nei dodici anni di lavoro sul progetto Bosco e Territorio, sul progetto transfrontaliero “Bois-Lab” e sulla certificazione forestale, l’allora Provincia di Torino – oggi Città Metropolitana – ha messo a disposizione dei territori montani le proprie competenze tecniche e le proprie risorse umane, impegnate in un delicato lavoro di coordinamento di studi e iniziative per valorizzare le risorse forestali e la filiera del legno. È uno dei tanti esempi del ruolo fondamentale che un Ente di area vasta può svolgere per aiutare i territori extra-urbani a crescere in termini economici e sociali.

La sfida di una green economy fondata sulla valorizzazione energetica ed edilizia del legname è ancora tutta da giocare ed è tanto più importante oggi che il Next Generation EU offre la possibilità di attrarre sul territorio nuove risorse. Per questo, anche e soprattutto grazie al Piano Strategico di cui il nostro Ente si è recentemente dotato, il lavoro di coordinamento, promozione e ricucitura del tessuto territoriale è portato avanti dalla Città Metropolitana, che ha ereditato le competenze e le esperienze della Provincia in materia di promozione dello sviluppo rurale e montano e di coordinamento delle politiche per l’attrazione delle risorse europee a sostegno dei progetti di sviluppo.

Il sostegno organizzativo della Città Metropolitana a BOSTER si concretizzerà anche quest’anno con la presenza delle Guardie Ecologiche Volontarie coordinate e gestite dal nostro Ente, a supporto degli organizzatori e per la divulgazione di informazioni sulla tutela dell’ambiente e sulle aree protette gestite e tutelate dalla Città Metropolitana.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.