JUDO, IL VALSUSINO MUSSO CONQUISTA IL BRONZO AL GRAND PRIX DI LIGNANO SABBIADORO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

BARDONECCHIA – A volte nella vita e nello sport accadono cose che sono domande. E la risposta può arrivare dopo un minuto, o dopo anni, ma prima o poi la vita risponde. La domanda arriva a Riccardo Musso nel mese di marzo dello scorso anno dove si rompe la spalla in una gara a Torino, due settimane prima dei Campionati Italiani; quindi Campionato Italiano finito prima di partire.

Mesi di sfiducia, mesi del “chi me lo fa fare” oppure del tanto “gira sempre storto” ecc.. ma poi un giorno di dicembre Riccardo decide con il suo allenatore Roberto Borgis che le sfide quelle vere si giocano sempre fino alla fine, a volte si vincono altre si perdono, ma sempre in cerca di quella risposta.

E poi arriva il Gran Prix di Alpe Adria a Lignano Sabbiadoro (Udine) il 26 gennaio, il gran premio più difficile del circuito Under 18, e Riccardo è lì con tutta la determinazione e rabbia per dire anzitutto a se stesso, che lui c’è, perché il judo non fa sconti a nessuno e non si può mai giocare a metà. Arriva una medaglia di bronzo stupenda con sei incontri disputati, cinque vittorie, e le ultime tre ottenute per ippon in meno di trenta secondi, dove più della medaglia conta come Riccardo l’ha ottenuta.

La risposta? Nella vita e nello sport a volte in modo irragionevole collezioniamo sciocchezze incredibili e invenzione sublimi, ma sempre cerchiamo quella risposta. Quella di Riccardo è stata davvero una invenzione sublime.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.