L’EX PARROCO DI TRANA È MORTO PER INFARTO: CONTINUA IL MISTERO

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

TRANA – Secondo l’autopsia disposta dalla Procura, a uccidere l’ex parroco di Trana don Giovanni “Nino” Marraffa è stato un infarto. Il corpo era stato trovato il 30 novembre in Puglia, precisamente in un campo di contrada Pozzo Sfondato, nella frazione di Uggiano Montefusco di Manduria, nel Tarantino. Inoltre sono state trovate sul corpo dell’ex parroco di Trana dei tagli e graffi, dovuti alla caduta successiva al malore. L’autopsia è stata eseguita dal medico legale Giampiero Bottari su incarico del pm Filomena Di Tursi, che sta indagando assieme ai carabinieri su quanto è accaduto, soprattutto per capire come mai la sua automobile sia stata trovata bruciata a qualche centinaio di metri dal cadavere, e come mai sia sparito anche il suo inseparabile trolley rosso, dove il sacerdote potrebbe aver tenuto del denaro. Sui pantaloni trovati con la cintura slacciata, ci sono varie ipotesi: potrebbe essere stato anche un gesto di “reazione” del parroco durante il malore, per tentare di “respirare” meglio. Ma soprattutto bisogna ancora accertare con chi fosse il sacerdote nel giorno della sua morte, e che cosa è accaduto prima del decesso per malore.

La procura pugliese ha dato l’ok per lo “sblocco” della salma così nei prossimi giorni si potranno celebrare i funerali.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.