OSPEDALE DI SUSA, UN’ALTRA BEFFA: 3 PIANI TUTTI INUTILIZZATI, “MAI FATTO L’ADEGUAMENTO SISMICO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

SUSA – Un problema mai risolto e che rappresenta l’ennesimo spreco in ambito sanitario. Stiamo parlando dei tre piani inutilizzati nell’ala principale dell’ospedale di Susa (quella “vecchia” di fronte a corso Inghilterra). Una criticità che tutta la Città conosce. A segnalare il problema è il primo cittadino, Piero Genovese.

L’unico piano utilizzato nella parte storica dell’ospedale è il piano terra – spiega il sindaco segusino – I piani superiori, che corrispondono al vecchio reparto di medicina, di ginecologia e all’ex direzione sanitaria, non vengono più utilizzati perché richiedono degli adeguamenti sismici. Questo problema è presente da anni. Si parla da tempo di un progetto che vada a sistemare la vecchia ala ed è importante trovare una soluzione, perché questa problematica riduce di fatto il potenziale dell’ospedale. Sarà la direzione sanitaria che dovrà dire se ci sono dei progetti in corso o se verranno fatti dei lavori. Il nostro auspicio è che vengano messe in atto tutte le possibilità per recuperare i tre piani“.

Direzione sanitaria che nel frattempo ha accettato la proposta del Comune di Susa per modificare la viabilità nei pressi dell’ospedale: non ci sarà più dunque una sola entrata ed uscita, ma verranno attuati due percorsi differenti. In questo modo verrà aumentata la sicurezza stradale per cittadini ed operatori sanitari.

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

10 COMMENTI

  1. E’ abbastanza grave che sia un sindaco new entry a segnalare questo problema, pare che la sanita’ regionale non se ne sia occupata mai.In questo art.si indica che l’ ala vecchia dell’ H e’ da sistemare , ma nessuno mai l’ ha sistemata.Ora da cittadina mi chiedo come si puo’ accusare un sindaco o l’ altro quando il problema persiste da anni e nessuno e’ mai intervenuto .E mi chiedo perche’ insistere sul dire che l’ H di Susa e’ importante e non si interviene per la sua totale funzionalita’ da anni? Difficile quindi non credere a coloro che dicono che la valle e’ stata abbandonata solo perche’ i cittadini sono contrari alla Tav.Se non fosse cosi’ dovrebbero dimostrarlo. C’ e’ scritto : si parla da tempo di un progetto che vada a sistemare l’ ala vecchia….’ poi si dice che questa situazione riduce il potenziale dell’ H, poi ‘ Sara’ la direzione sanitaria che dira’ se ci sono progetti in corso….’. ECCO caro sindaco legga queste tre frasette e si chieda cio’ che mi sono chiesta io. Trasformi l’ H in un tumore e si chieda: se ho un tumore e il medico dice bisogna intervenire , ma l’ oncologo perde tempo , che faccio e cosa dovrei pensare? Ecco le dico cosa penserei io o cosa penso con un medico cosi’: questo qui di me non gliene frega niente.Faccia lei ora….buon lavoro Elisabetta B.

  2. È una follia! Quei piani sono pieni di virus! E alla prima scossa sismica crollerà tutto e il covid si spargerà facendo 700.000 mila morti, secondo le previsioni di Gwen!

  3. come disse il nuovo direttore ASL, appoggiato dallo stesso primo cittadino, il cantiere TAV darà un impulso anche all’ospedale di Susa…. pazienza se sono anni avrebbe dovuto essere sistemato continuiamo ad attendere.

  4. Che ci vuole, basta svendere a un privato un pezzo di terra (chiaro esempio il tav) per sistemare tutto con compensazioni e manutenzioni varie

  5. Povera val di Susa, abbandonata a sé stessa, bisognerebbe che fosse funzionante l H di Susa, altrimenti che ne sarà di tutti i valsusini che necessitano di cure? Non è che si può sempre andare a pagamento nei cosiddetti centri convenzionati(che poi convenzionati non sono mai),, quindi cerchiamo di aiutare questa val di Susa, non tutti hanno i vari cento e più euro da pagare privatamente, ormai le persone riescono a mala pena a sopravvivere…..

  6. oggi i sindaci sono indispettiti con la direzione dell’asl, sono gli setssi sindaci che si facevano fotografare con il dott. Boraso.
    Che lo promuovevano per i suoi ottimi risultati.
    L’ospedale di Susa ha perso un primario valido perchè mobbizzato da una direzione generale che ha piazziato tutti i suoi amici nel posti giusti.
    La valle di Susa e la Valsangone hanno perso posti letto per acuti sostituiti da posti letto del niente e del nulla, i CAVS.
    Gli ambulatori sono di facciata.
    Eppure il bravo direttore del distretto della valle è andato con il Dott. Boraso a fare danni ad Asti.
    L’ospedale di Susa è una scatola con dentro lavoratori che fanno quello che possono con quello che hanno.
    A questo direttore non è possibile dare colpe per il passato, solo con il passare del tempo si renderà conto dei disastri a cui dovrà mettere mano.
    Non ci resta che sperare per il futuro.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.