OULX, DOMANI IL LICEO FA L’OPEN DAY DI SOLIDARIETA’ PER I TERREMOTATI DI NORCIA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

des-ambrois-oulx-scuole-superiori  terremoto-norcia-basilica-san-benedetto-crolli-30-ottobre-2016-2

di THOMAS ZANOTTI

OULX – Da molti anni l’Istituto Des Ambrois di Oulx lavora nel campo della cooperazione decentrata e della solidarietà ed è grazie a questi progetti che venerdì 23 dicembre verrà inaugurato il nuovo prospetto denominato “Sete di Amicizia – Rete di Ricostruzione”. Tutto questo non impedisce però al Des Ambrois di essere particolarmente attento a quanto gli accade più vicino. Il dramma che stanno vivendo le popolazioni terremotate del centro Italia, la devastazione del patrimonio artistico e del tessuto sociale di quei territori infatti interpellano non meno delle esigenze, che pure non sono dimenticate, degli amici che la scuola di Oulx ha ormai sparsi in giro per il mondo.

La giornata si aprirà con un Open day straordinario di solidarietà grazie alla presenza di un mercatino di Natale ospitato all’interno della scuola superiore, sarà aperto nel pomeriggio per tutta la cittadinanza del paese valsusino e infine si svolgerà un concerto del gruppo musicale dell’istituto, cioè la Desamband. Nelle scorse settimane, sono stati contattati Monsignor Renato Boccardo e, tramite suo, Rosella Tonti ossia la Dirigente Scolastica dell’Istituto Battaglia di Norcia (Perugia), una scuola superiore assai simile al Des Ambrois, con corsi IGEA, un Liceo Classico, un Tecnico per Geometri e un Turistico. Il tutto perché se da un lato l’intento dell’istituto ulcense è quello di contribuire al recupero del patrimonio artistico della Cattedrale nursina, dall’altra invece l’intenzione è quella di avviare un gemellaggio con una scuola superiore della città umbra e proporre per l’inizio della primavera uno scambio culturale con ospitalità in famiglia e a scuola ma anche di una delegazione di studenti dell’istituto perugino.

Il Des Ambrois è assai consapevole che oggi le esigenze delle popolazioni sono ben più grandi e che l’offerta di una settimana di vacanza é probabilmente ben poca cosa, ma c’è al tempo stesso la consapevolezza che proprio l’avvio di un’amicizia fra scuole possa essere un ottimo punto di partenza per la ricostruzione e un modo di esprimere solidarietà non effimera, ma capace di mantenere nel tempo contatti, legami e progetti comuni. In collaborazione con il comune di Oulx, si lavorerà per il primo evento del progetto che consiste nel mercatino di Natale presso la sede dell’istituto su modello di quelli nordici e con la presenza di bancarelle gestite dai ragazzi. Si potranno trovare anche bigiotteria, libri vari (antichi, riciclati, usati e vecchi), oggetti d’artigianato e prodotti del commercio equo e solidale. Il regalo giusto e in questo caso anche buono ma nel frattempo la Desamband sta accordando strumenti e voci per trasformare la loro esibizione natalizia in un inno di amicizia e ricostruzione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

  1. E quindi; anche per Natale , i commercianti di articoli da regalo di Oulx – CHE PAGANO LE TASSE- l’avranno nello gnao; mentre qualcuno gioca al ” commercio equo e solidale” .

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.