REFERENDUM COSTITUZIONALE 2016: NASCE IL COMITATO “BASTA UN SÌ” DELLA BASSA VAL SUSA E VALSANGONE

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

image

In data 8 giugno 2016 si è costituito il Comitato “Basta un SI” della bassa Valle di Susa e della Val Sangone, con lo scopo di informare la popolazione sulla importanza che la riforma costituzionale riveste per il paese e di invitarla a partecipare al referendum e a votare “SI”.
Questo Comitato nasce dall’iniziativa di cittadini che cogliendo appieno lo spirito referendario vogliono contribuire alla campagna informativa sulle RAGIONI del “SI” al REFERENDUM COSTITUZIONALE, stimolando un libero, democratico e costruttivo dibattito sui perché del “SI”.
Il Comitato Bassa Val Susa e Val Sangone si rivolge a tutti i cittadini del suo territorio di qualsiasi colore politico e non, per sostenere, condividere, approfondire, informarsi o semplicemente dibattere le ragioni del SI al fine di comprendere l’importanza che questa riforma ha per il nostro Paese.
Il testo proposto modifica alcuni articoli della Costituzione senza stravolgerla.
Riflette continuità con le proposte di riforma in discussione da decenni e, nel caso del Senato, è coerente col
modello originario dei Costituenti e poi abbandonato a favore del cosiddetto bicameralismo perfetto impostosi per ragioni prudenziali dopo lo scoppio della Guerra fredda.
Né va dimenticato che la legge costituzionale di revisione del Titolo V approvata nel 2001 prevedeva che l’attuale Commissione parlamentare per le questioni regionali fosse integrata da rappresentanti delle autonomie “Sino alla revisione delle norme del titolo I della parte seconda della Costituzione”, a dimostrazione della consapevolezza che una trasformazione del Senato in camera rappresentativa delle istituzioni territoriali fosse un complemento necessario della riforma dell’impianto costituzionale delle autonomie.
Alcuni punti salienti della riforma:
Addio al Bicameralismo paritario, per un’Italia più semplice; Per cancellare poltrone e stipendi, per un’Italia più sobria; Per garantire stabilità, per un’Italia più stabile;
Se vince il SI
La fiducia al governo sarà data solo dalla Camera e dunque sarà più semplice governare;
Il numero dei parlamentari passerà da 945 a 630 + 100 senatori senza indennità a rappresentare i territori; quindi meno poltrone meno soldi spesi;
L’Italia sarà un paese politicamente più stabile;
Saremo quindi presenti nelle piazze per spiegare direttamente ai cittadini i contenuti della riforma ed il perché è importante che passi; promuoveremo inoltre diverse serate informative con ospiti autorevoli sul tema.
Per aderire e chiedere informazioni : bastaunsi.basvalsusavalsangone@gmail.com – cell: 347 5808995 ci trovate anche su Facebook: www.facebook.com/groups/1135846413123303/
La riforma costituzionale è il miglior tributo possibile all’ opera dei Padri Costituenti, il cui lavoro che onoriamo aveva lo scopo di garantire la democrazia in Italia. Senza la riforma costituzionale la democrazia italiana è a rischio di ingovernabilità ed apre la strada ai totalitarismi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.