SCUOLA MATERNA BARDONECCHIA, ECCO IL NUOVO CDA. ASSUNTA LA SEGRETARIA TRA QUASI 50 CANDIDATI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

  

Si è presentato alla stampa nella mattinata del 27 ottobre il nuovo CDA della Scuola Materna Paritaria di Bardonecchia “Monsignor Bellando” sita in Viale Bramafam 17 aderente alla FISM (Federazione Italiana Scuola Materne).

L’incontro, avvenuto nella Sala del Consiglio del Comune di Bardonecchia, ha avuto come principale nodo il caso sollevato da ValsusaOggi sulle dimissioni in blocco del precedente cda, per potersi candidare al posto di segretaria.

“Si è trattato di un semplicissimo rinnovo di cda in quanto il precedente era in scadenza – ha detto il neopresidente Cristiano Paisio – e contestualmente è stata presa la decisione di assumere una nuova addetta alla segreteria, visto che la precedente impiegata aveva nel contempo avuto altre offerte di lavoro”.

La scuola Materna Paritaria di Bardonecchia, rientra nel progetto della FISM ed è un tangibile esempio di rilevante qualità educativa sul territorio. A comprovare ciò è da sottolineare infatti il grande numero di richieste di iscrizioni alla scuola che ogni anno arrivano. “La nostra scuola è fiore all’occhiello per l’intera alta valle – sottolinea il Sindaco Roberto Borgis – il Comune investe in questo progetto dando la massima fiducia al CDA ed alla FISM ed il nostro intervento economico ne comprova l’assoluta credibilità”. “Collaboriamo fattivamente con la Scuola dell’Infanzia in quanto è una scuola altamente educativa e con tecniche di insegnamento all’avanguardia – sottolinea l’assessore Piera Cicconi – la nostra scuola materna dell’infanzia risponde al principio del pluralismo istituzionale ed educativo sancito dalla Costituzione”. 

Ma per ritornare al discorso assunzioni, su 48 curricula pervenuti da tutta Italia, sono state convocate a colloquio 5 persone, tra queste è stata individuata la nuova segretaria, Elena Perron “che risponde ai criteri di imparzialità e competenza stilati dal CDA”.

Ciò che è stato sottolineato durante l’incontro del 27 ottobre è la assoluta gratuità delle cariche del CDA. Per quanto concerne le quote associative, gli introiti sono destinati al pagamento delle insegnanti ed al funzionamento gestionale. Certo che risulterebbe impensabile ricoprire gratuitamente il ruolo di segreteria, un ruolo che concerne incarichi di alta responsabilità.

“Avere un contatto diretto con le famiglie è estremamente importante – ribadisce il presidente Paisio – la nostra scuola è bambino-centrica, ed il metodo di insegnamento è indiscutibile, siamo in stretta relazione con l’Università di Torino e le richieste di credito formativo che pervengono proprio alla nostra scuola, ne attestano l’elevata qualità. Per quanto concerne le quote tengo a sottolineare che queste sono estremamente differenti rispetto a quelle di qualsiasi altra scuola materna paritaria in altre zone del Piemonte e d’Italia e questo contenimento lo dobbiamo anche grazie all’intervento del Comune”.

“L’idea di centralità del bambino è assolutamente la prima regola per le nostre scuole” – conclude il Presidente FISM Piemonte Patrizia Dosio – “accogliamo il bambino e la famiglia, vi è la garanzia di locali sicuri, accoglienti, puliti, con una sana e corretta alimentazione. Noi operatori siamo al servizio dei bambini, la nostra è una scuola di ispirazione cristiana, all’interno della quale trovano posto tutti i bambini, indipendentemente dalle etnie e religioni di appartenenza. La stretta collaborazione con l’Università di Torino ci permette di attuare metodi educativi all’avanguardia, con continue sperimentazioni pedagogiche educative”. Erano presenti alla riunione i componenti del nuovo direttivo: il presidente Cristiano Paisio, il vicepresidente Roger Durante, la tesoriera Valentina Minasso, e i consiglieri Fabio Maset ed Elisa Micai, oltre a Patrizia Dosio (Presidente regionale FISM, Federazione Italiana Scuola Materne), il sindaco Roberto Borgis e l’assessore Piera Cicconi.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.