TEATRO AD AVIGLIANA E RIVOLI: “OBIETTIVO 15MILA PRESENZE”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di ANDREA MUSACCHIO

AVIGLIANA – La stagione teatrale e musicale di “Scene” sta per prendersi una pausa e lasciare spazio alle vacanze di Natale. Con il direttore artistico teatrale del Fassino di Avigliana, Alberto Milesi, abbiamo potuto parlare di questi primi mesi di appuntamenti. La rassegna ha visto Rivoli ed Avigliana giocare da protagoniste. Gli spettacoli musicali, che da sempre contraddistinguono la città rivolese, sono arrivati fino nel paese dei Laghi mentre gli spettacoli teatrali sono giunti a Rivoli: “L’idea di unire due stagioni è partita dalle amministrazioni dei due paesi e dalla Compagnia di San Paolo (la maggior sostenitrice del progetto), che hanno deciso di interscambiare gli spettacoli – spiega Milesi – Il prossimo anno la volontà è quella di portare il teatro anche a Collegno. Inizieremo nel 2020 con la compagnia Balletto Teatro di Torino, per poi lanciarci definitivamente per la stagione 2020/21″.

L’ultimo appuntamento prima delle feste natalizie sarà il concerto “Attenti al gorilla” dell’Accademia dei folli, presso il centro congressi del Comune di Rivoli. Ad Avigliana, invece, il 2019 si è chiuso con lo spettacolo musicale “Parientes” di Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite: “Siamo partiti bene, abbiamo aumentato il lavoro unendo Avigliana e Rivoli. Sono in totale più di 50 appuntamenti. Ad Avigliana abbiamo fatto già due “sold out” con Laura Morante e la fiaba di Raperonzolo, mentre a Rivoli è già tutto esaurito per il concerto dell’Accademia dei Folli. La stagione si chiuderà il 27 giugno a Rivoli, invece ad Avigliana chiudiamo il 20 giugno con Tullio Solenghi“.

Un bilancio sicuramente positivo per il direttore artistico: “Lo scorso anno al Fassino abbiamo portato 3.500 persone. L’obiettivo è confermare quella cifra sicuramente. In generale, i numeri della stagione sono positivi. Ci aspettiamo al termine di questa stagione, tra i due paesi, di arrivare a 15.000 persone”. 

Concentrandoci su Avigliana, il calendario teatrale è molto equilibrato.  Il progetto è molto ampio: si passa dalle scolaresche, dove l’obiettivo è quello di lasciare un segno ai vari studenti, alle domeniche pomeriggio con gli spettacoli per famiglie: “I titoli sono divertenti e adatti a tutti. Abbiamo scelto di avvicinare i bambini a teatro con gli spettacoli della domenica pomeriggio. Ci fa molto piacere vedere bambini dai 3 ai 12 anni riempire gli spalti del Fassino. Chiaramente, per i più grandi, gli spettacoli rispecchiano tematiche attuali. L’intento è di lasciare agli studenti dei valori, a partire dalle elementari, in modo tale da farli ragionare“.

Sono tanti gli spettacoli degni di nota che arriveranno al Fassino, ma se Milesi dovesse sceglierne uno direbbe: “Mio fratello rincorre i dinosauri, sicuramente (Lo spettacolo sarà in scena l’11 gennaio, ndR). Anche se siamo molto felici di portare ad Avigliana Federico Sacchi e Michela Murgia“.

Infine, è già tempo di pensare alla prossima stagione. In esclusiva a ValsusaOggi, Milesi confida i suoi desideri sotto l’albero: “Per il prossimo anno punto ad Edoardo Leo (Perfetti Sconosciuti, ndR) e Giacomo Poretti. Oltre, chiaramente, alle presenze femminili, ma ci stiamo lavorando”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.