VALSUSA, CASI DI SCABBIA NELLA CASA DI RIPOSO: “SITUAZIONE SOTTO CONTROLLO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

CHIOMONTE – Alcuni casi di Scabbia nella casa di riposo Casa Amica di Chiomonte. La segnalazione è arrivata a ValsusaOggi da alcuni famigliari degli ospiti della rsa. I parenti sono molto preoccupati per la situazione e hanno chiesto di essere maggiormente informati sulla vicenda. A tal proposito, il nostro giornale ha interpellato direttamente l’Asl To3, che si è subito occupata del caso.

LA DICHIARAZIONE DELL’ASL

“Lo scorso 7 settembre la RSA “Casa Amica – Fondazione Fransoua”, di Chiomonte ha segnalato al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica e alla Commissione di Vigilanza dell’ASL TO3, 9 casi sospetti di scabbia fra gli ospiti della struttura, precisando, inoltre, di aver già avviato il trattamento antiparassitario specifico dei soggetti interessati e la relativa sorveglianza sanitaria su ospiti ed operatori.
In seguito alla segnalazione, personale medico del SISP dell’ASL TO3 ha tempestivamente preso contatto con la Direzione della Struttura e con il Direttore Sanitario della RSA, per lo svolgimento dell’inchiesta epidemiologica e per fornire indicazioni/prescrizioni relativamente all’adozione di specifici interventi e misure di prevenzione nei confronti di ospiti, operatori ed eventuali visitatori, nonché procedure per l’igienizzazione e la sanificazione degli ambienti, del vestiario e della biancheria delle stanze.
Secondo le prescrizioni trasmesse alla RSA dal Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, “Il responsabile sanitario della casa di riposo dovrà attuare una sorveglianza sanitaria per almeno due mesi e adottare in modo preventivo e curativo i protocolli e le procedure sanitarie previste dalle indicazioni della circolare del Ministero della Salute n.4 del 13 marzo 1998, “ MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA’ PUBBLICA”. Il SISP, con la collaborazione della Commissione di Vigilanza, monitorerà periodicamente la situazione della RSA, fino alla completa risoluzione del problema”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

23 COMMENTI

  1. Ma quale scabbia! È covid! Dicono che è scabbia perché sono negazionisti, no vax e no green pass! La scabbia è solo una scusa per introdurre il virus e fare una strage! Sarà stato qualche maledetto untore non vaccinato che ha portato il virus! Bisogna inondare la rsa e Chiomonte col vaccino! Stanare casa per casa (cit.) gli infami non vaccinati e…Zak! O vaccino e/o morte! E poi, grazie ai virologi in tv, a Facebook, a You Tube, a tutti i social, alle statistiche incontestabili della sacrosanta e salvatrice dittatura sanitaria tutte le altre malattie non esistono più, compresa ovviamente la scabbia! Al massimo sono una delle tante conseguenze legate al covid! La verità assoluta e innegabile! Sono state estirpate tutte le malattie…esiste solo il covid! Se si continuerà a dare spazio e voce ai negazionisti che dicono di avere la scabbia, i tumori, gli ictus, gli infarti, il diabete, le malattie infettive, le patologie degenerative, i problemi mentali, i calli e le doppie punte…vedrete dove andremo a venire a finire! Il covid non finirà mai! Il covid è tutto! Chi non salta negazionista è…Alé oh oh…il covid siamo noi!

      • Per fare satira bisogna essere capaci. Sei l’unico che ride ai tentativi banali di far satira di Covidiota. I suoi commenti sono ripetitivi e noiosi, altro che comici.

          • Contento te…la satira non è per tutti. Probabilmente tu e Il Merovingio avete sensibilità diverse. Oltretutto il Covidiota riceve complimenti anche da molti altri, come Eddy, ad esempio. E anche da me. Chiedo solo a te e a tanti altri di fare una piccola riflessione. Nella parte del mondo (finora) libero e democratico si è sempre accettata la satira, persino quella più feroce. A volte si è esagerato con il cattivo gusto sui costumi di alcuni paesi, tra cui il nostro, o sulle religioni soprattutto verso Chiesa Cattolica e Islam (vi ricordate Charlie Hebdo?)…altre volte si è fatta satira a senso unico contro personaggi pubblici prendendosela più sul piano personale che sull’operato politico e spessol o si èfatto usando bassezze e stereotipi..e gli esempi potrebbero essere continuare. Ma in Italia, in Europa e nell’Occidente in generale c’è sempre stata giustamente una radicata tradizione di tolleranza verso la libertà di espressione, di stampa e di creatività artistica. Ed è incontestabile affermare che, senza alcuna faziosità politica, soprattutto negli ambienti più progressisti la satira è stata costantemente usata e rivendicata da una certa parte politica (la satira di sinistra in Europa e i tanti show televisivi serali di orientamento democratico negli Stati Uniti). Ora è curioso che chi ha sempre usato come arma di dissenso e costruttiva provocazione proprio la satira, oggi stronchi ogni forma di dissenso espresso anche sotto forma di satira e ironia. Bollando come populismo (o negazionismo nel caso del covid) tutto ciò che non è gradito alla retorica mainstream. E immancabile arriva la accusa (completamente priva di logica e fondamento, ma sempre efficace) di fascismo, anarchia o complottismo. In pratica chi oggi pone domande scomode (ché da sempre la raison d’être della satira) è accusato di complottismo o fascismo…proprio da chi prima vedeva complotti e fascismi ovunque e li denunciava, anche con la satira. In conclusione, cari Contento te e gli altri censori di cosa sia satira oppure mo…probabilmente quando commentate non avete mai pensato alle considerazioni che ho scritto più sopra, così come riterrete esageratamente contorte le stesse…state tranquilli, il mondo sta andando nella direzione che vi piace ed auspicate, senza satira o dissenso, se non quelli autorizzati per gentile concessione dei governi allineati. Prima che il vostro sogno (o incubo) si realizzi io mi godo ancora per un po’ il Covidiota e tutti quelli che fanno ancora satira liberamente.

          • Mamma mia che pippone. Non l’ho
            mica ammazzato, sto dicendo che la sua è pseudo-satira da quinta elementare. Se un comico non fa ridere perché è banale, non è colpa del pubblico. In ogni gruppo numeroso c’è almeno un cretino che fa battute idiote e banali, così come di solito c’è un altro altrettanto cretino che ride alle sue battute. Ma questo non fa di lui un comico.

  2. Bravo covidiota!!!!!
    Siamo tutti con te! E poi, io le doppie punte non le ho, sembra una boccia da portone!!!!
    Spero di trovarti una volta al bar e offrirti un caffè, distanziati, grenpassati, igienizzati, in gamba!️️️

  3. Ma ha bevuto o fa uso di stupefacenti? Gli anziani vanno protetti da tutte le malattie, è sconvolgente che la scabbia sia entrata in un istituto dove evidentemente non tutto funziona a dovere, ma ciò non toglie che il covid 19 esista e che sia giusto accedere alle RSA con il green pass, che si sia lavoratori o visitatori. Cordiali saluti

    • Infatti, sono d accordo con Pippi, posso capire in tempo di guerra, nei lager, nei luoghi dove purtroppo le condizioni igieniche sono precarie o nulle ma in una Rsa,……
      Siamo nel 2021
      Poi per carità, c è sempre una prima volta in tutte le cose….

    • Io sarò idiita ma sono in buona compagnia. Intanto da oggi vietate le passeggiate esterne da una Rsa che non nomino per correttezza, perché il covid 19 sta purtroppo ritornando anche nelle case di riposo. Allora chi è più idiiota tra noi 2?

  4. Io sarò idiita ma sono in buona compagnia. Intanto da oggi vietate le passeggiate esterne da una Rsa che non nomino per correttezza, perché il covid 19 sta purtroppo ritornando anche nelle case di riposo. Allora chi è più idiiota tra noi 2?

  5. Per gentilezza, va bene la satira, la battuta, eccetera, è un modo di reagire a certe situazioni , tanto per sopravvivere….
    Però, non insultiamo, MAI! , Non c’è nessun idiota, ma solo pensieri diversi in serenità.
    Grazie a tutte/tutti, buona giornata.

    • Eddy…fatti i fatti tuoi! Finora sei andato bene. Tu scrivi da poco sul sito e non sai quali mostruosità siano in grado di concepire quelli come Pippi/Gwen e tutti gli altri amanti del covid!

  6. Uomo Libero! Sarai libero ma sei pure de coccio! Ma quante volte ti devo ripetere che perdi solo tempo a rispondere a certi imbecilli. Tu scrivi cose eccelse in uno stile impeccabile…e cosa ti risponde il troglodita? Che hai scritto un pippone! Contento te è il solito ignorante che puoi solo insultare, mica puoi sperare che capisca qualcosa! Perle ai porci, con tutto il rispetto per i porci!

    • Cosa dicono due maiali su un divano?
      “avete domande da porci?”
      Dai, Covidiota, rallegra l’ambiente con la leggerezza delle tue battute!
      Ma sì, sig. Chiamare ecc., è poco che frequento il sito, ma cerco sempre di mantenere un equilibrio sopra la follia….salute a tutti!️️

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.