VALSUSA, IL CORTEO NO TAV PER EMILIO SCALZO A BUSSOLENO: “LIBERATELO”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

di CATERINA AGUS

BUSSOLENO – Domenica 19 settembre nelle vie centrali di Bussoleno si è tenuto il corteo No Tav per Emilio Scalzo, attivista del movimento, arrestato qualche giorno fa per una presunta aggressione ad un gendarme francese a Claviere, durante la manifestazione pro migranti avvenuta a maggio. In Piazza della Chiesa a Bussoleno, tra le bandiere No Tav e gli striscioni, hanno preso la parola sia alcuni leader del Movimento sia il sindaco Bruna Consolini. Tutti hanno parlato di indignazione e ingiustizia nei confronti di una persona, come Emilio Scalzo, ben conosciuta nel paese e ben integrata nella comunità bussolenese. Al grido di “Emilio Libero” è quindi partito il corteo, con in testa uno striscione che chiede la sua scarcerazione.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

23 COMMENTI

  1. Green pass? Mascherine? Distanziamento? L’ennesima prova che a qualcuno tutto è permesso? E che tutta la storia del virus è una colossale balla?

    • Provi a parlare con qualcuno che purtroppo è stato in rianimazione e ha visto altre persone morire, ma ha avuto la fortuna di sopravvivere al virus seppure con strascichi e conseguenze irreversibili… certo non a tutti capita così, fortunatamente, c’è anche chi guarisce completamente, ma non bisogna diffondere disinformazione, il green pass serve e, soprattutto negli ambienti chiusi anche le mascherine, perchè purtroppo il vaccino non copre al 100 per cento. Anche molti medici e infermieri hanno purtroppo perso la vita soprattutto a inizio pandemia quando non si sapeva come difendersi, cosa crede, che siano morti per finta? Oppure vogliamo parlare delle RSA? O della signora in gravidanza morta vicino a Napoli perchè ha contratto il virus e non aveva fatto il vaccino? Chiudo l’argomento perchè l’articolo parla di tutt’altro, ma finiamola di diffondere bugie fuorvianti che possono causare la morte di altre persone.

        • Pippi Calzelunghe è Gwen! È stata vaccinata con una massiccia dose di propaganda e adesso non sa fare altro che ripetere come un automa sempre gli stessi dispacci di regime. È a causa della massa di schiavi covidioti come lei se la falsa emergenza non finirà mai e si trasformerà nella tanto sbandierata “nuova normalità”.

          • Io sarò pure disinformata, lei è libera di chiamarmi come desidera, ma intanto negli USA hanno più morti di covid che della influenza spagnola nel passato che già aveva avuto un triste primato. Certo, il vaccino non è la soluzione ai mali del mondo, ma evita alla maggioranza dei vaccinati di contrarre il virus in forma letale, cosa accaduta non solo a persone anziane, la cui vita va protetta come quella di tutti gli altri, ma anche a persone in giovane età. Io sarò un automa, ma ho avuto il coraggio di farmi raccontare da un sopravvissuto che ha dei postumi piuttosto invalidanti cosa ha vissuto in terapia intensiva con il casco in testa per 10 giorni: questa persona a quasi un anno dalla malattia non riesce più a condurre la vita normale che conduceva prima, oltre a portarsi dentro la sofferenza emotiva di avere visto altri pazienti che purtroppo non ce l’hanno fatta e sono morti soli. Per cui, diciamo che avendo interpellato chi ha vissuto sulla sua pelle questa orribile esperienza, so di cosa parlo, a differenza di lei che probabilmente naviga da mane a sera su siti di disinformazione e complottisti che inducono persone credulone a diffidare dalla scienza e a fidarsi di persone che di medicina non sanno nulla. E con questo non penso che la scienza sia perfetta, ma al momento non abbiamo altri mezzi per difendere noi stessi e soprattutto i più deboli: anziani, persone malate e faccio presente che anche dei bambini sono in cura per malattie gravi e meritano di rientrare in una scuola più sicura per vivere un’infanzia che possa chiamarsi tale. Ovviamente non è per tutti così, c’è anche chi è asintomatico e manco si accorge di essere malato. Poi, se pensa che questa sia propaganda, vada a informarsi dal suo medico o da un virologo serio e le diranno cosa c’è da sapere. D’altro canto, su internet si trovano anche i siti dei terrapiattisti, per non essere di regime, devo anche credere che la terra è piatta? Internet non è la fonte di tutte le verità, come neanche la scienza, ma al momento l’unica difesa per non ammalarsi o sperare di ammalarsi in forma più leggera e proteggere le persone più indifese è il vaccino. Cordiali saluti.

    • Bussoleno è territorio franco,fanno quello che vogliono appoggiati dal sindaco e dalla giunta.In pratica una filiale di Askatasuna.Chissà come saranno contenti i cittadini che non li hanno votati.

  2. Quindi il Sindaco parla di ingiustizia ad incarcerare un individuo che ha aggredito un gendarme?
    Ma se uno di noi aggredisse il sindaco….direbbe la stessa cosa?

    • Concordo in pieno. Si tratta di un atto di criminalità comune, non vedo perché un sindaco di un paese, qualunque sia il suo colore, si permetta di partecipare a una iniziativa del genere…. Che lasci la giustizia a fare il suo corso….

  3. A parte i commenti dei lobotomizzati NO VAX, lo prendessero il covid almeno ce li togliamo dalle balle, anzi magari li possiamo scaricare in Francia…
    Se il “poverino” è stato arrestato dalla Gendarmeria Francese, perche i NO TAVAX ROMPONO A BUSSOLENO ?, sindaco simpatizzante di parte ???
    SE HANNO UN MINIMO DI CORAGGIO VADANO A MANIFESTARE A CLAVIERE, o hanno paura dei calci nel sedere dei Francesi ?

    • Minkiele…invece sto venendo per te! Io vado da chi mi cerca e mi adora come te! Io sono come la paura…se non credi in me non posso farti nulla, ma se hai cambiato la tua esistenza in mio onore e per il terrore che provi già solo a sentirmi nominare…al punto di vedermi ovunque, anche nelle persone sane…allora stai pur sicuro che prima o poi sarai mio!

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.