EXILLES, IL MOTOCICLISTA FERITO RINTRACCIA LA RAGAZZA CHE L’HA AIUTATO: I NOSTRI ANGELI SILENZIOSI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

EXILLES / ALMESE – Grazie all’appello pubblicato poche ore fa da ValsusaOggi, il motociclista ferito durante un incidente ha potuto rintracciare subito la giovane valsusina che gli ha prestato subito soccorso dopo essersi ferito sulla statale a Exilles. Lei si chiama Arianna e vive ad Almese. Arianna era in viaggio con un’amica, ma quando ha visto la scena dell’incidente si è fermata subito: ha potuto aiutare il ferito perché ne aveva le competenze, essendo volontaria della Croce Rossa a Villar Dora.

“Non l’ho fatto per avere riconoscimenti, ma perché avevo le competenze – spiega – ho agito per umanità e perché chiunque vedendo due persone a terra e in difficoltà dovrebbe prestare soccorso”.

E aggiunge: “I veri riconoscimenti vanno all’equipaggio della croce rossa e dell’elisoccorso!”.

Arianna sicuramente non avrebbe voluto questo articolo, chi scrive ha avuto anni fa la fortuna di conoscerla personalmente: è una ragazza riservata e a cui non piace apparire. Eppure di fronte a tanti fatti negativi, in tempi in cui l’altruismo viene spesso tacciato come semplice “buonismo”, abbiamo davvero bisogno di storie come questa, di esempi reali positivi e quotidiani da far sapere e da raccontare.

Perché sulle nostre strade e tra i nostri paesi ci sono tanti angeli nascosti e silenziosi come Arianna che fanno del bene e tendono la mano nel momento del bisogno: non ci sono solo persone indifferenti, che se ne fregano e poi si voltano dall’altra parte.

E ci sono tanti valsusini e valsusine come Arianna di cui dobbiamo andare orgogliosi. Raggi di sole sulle nostre giornate.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

3 COMMENTI

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.