VALSUSA, LETTERA DEGLI ATTIVISTI 5 STELLE ALLA BATZELLA PER CHIEDERE LE DIMISSIONI: “CONDANNIAMO GLI INSULTI SUI SOCIAL”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

 

Cara Stefania,

la decisione di scriverti una lettera aperta nasce dalla consapevolezza che qualsiasi altra iniziativa verrebbe strumentalizzata e mortificata nei valori che vogliamo esprimerti. Non di meno sentiamo la necessità di chiarire il nostro pensiero, in quanto membri della comunità del M5S, sulla tua recente, e improvvisa, decisione di abbandonare il gruppo consiliare regionale.

Abbiamo condiviso con te molte battaglie. Tu hai rappresentato, per noi, un prezioso portavoce nelle attività politiche che erano e sono l’essenza del M5S.

Chi ha scelto di scrivere il tuo nome accanto al simbolo del Movimento 5 Stelle, ha espresso quella “sovranità popolare” che appartiene ai valori di comunità politica di cui il Movimento è espressione. Gli elettori hanno scelto Stefania Batzella, come tutti gli altri eletti, sotto il simbolo del M5S; ma essi non sono una proprietà di ogni singolo eletto, sono l’espressione di un consenso verso il movimento nel suo insieme. Agli eletti spetta l’arduo compito di dare corpo istituzionale a quel consenso, non di appropriarsene singolarmente, rivendicando l’esclusiva.

La tua decisione di cambiare “casacca” contribuisce a dar credito a coloro che ritengono la Politica solo un luogo per i furbi. Questo atto, rappresenta un malcostume che il Movimento 5 Stelle ha sempre contrastato con fermezza e vigore.

In quanto valsusini abbiamo già vissuto, in passato, tradimenti politici che appartengono più alla miseria umana dei singoli che alle cronache.

La tua rivendicazione di adesione ai valori del M5S si scontra con la tua scelta di fondare un nuovo gruppo in seno al Consiglio Regionale del Piemonte, scelta che, anche in qualitá di tuoi elettori, non ci rappresenta.

L’impegno etico che hai preso nel momento in cui hai deciso di candidarti con il M5S, dovrebbe spingere la tua coscienza ad assumere la decisione di presentare le dimissioni da Consigliera come atto di coerenza.

Coerenza rispetto a quanto il M5S ha sempre affermato in campagna elettorale, e verso quel simbolo con cui sei stata candidata – inciso a fianco del tuo nome sulla scheda elettorale.

Noi continueremo a credere che agire uniti rappresenti un valore irrinunciabile, per un bene superiore, di etica e solidarietà: valori che sono l’espressione politica del M5S.

Consapevoli che: “Solo sognando e restando fedeli ai sogni riusciremo a essere migliori, e se noi saremo migliori, sarà migliore il mondo.” (L. Sepúlveda)

Per quanto detto riteniamo deplorevole l’atteggiamento di chi ha mosso insulti verso la tua persona attraverso i social. Condanniamo fermamente questo tipo di comportamento che non appartiene al Movimento Cinque Stelle. La divergenza di opinioni e posizioni politiche deve sempre aver luogo rispettando le persone.

I firmatari:

Franco Trivero, Emilio Scalzo, Gabriele Donvito, Davide Meinardi, Giovanna Catarinella, Marco Cubito, Luisella Azario, Elisabet Meneghini, Ivano Martinuz, Paolo Mele, Fabrizio Bertolami, Angelo Gorrino, Federico Valle, Remigio Eydallin, Stefano Girard, Fabrizio Carnino, Pier Mandrini, Jeffrey David Siegel, Sandra Milan, Rossana Piccione, Davide Amerio, Chiara Benedettini, Fulvia Di Stefano, Gianluca Sobrato, Giovanni Magliano, Enrica Peirolo, Cinzia Cevrero, Anna Tomatis, Gianluca Bianchino, Antonio Giglio, Flavio Bellando, Francesco Perotto, Aldo Giuliano, Elena Cullino, Daniela Cardone, Nicola Ghiani, Nathalie Ricci, Fabio Luzi, Mauro Martello, Paolo Olivero, Giovanni Placanica, Eros Bertaglia, Marco Sayn, Roberta Michelon

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

1 COMMENTO

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.