A OULX C’È LA NUOVA UNITÀ MOBILE PER AIUTARE I MIGRANTI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
La nuova unità mobile per i migranti alla stazione di Oulx

 

OULX – Oltre al ricovero di Bardonecchia, da ieri sera c’è in alta Val Susa una nuova postazione per aiutare i migranti che tentano di superare a piedi il confine e raggiungere la Francia. Si tratta di un’unità mobile, un furgoncino/ambulatorio attrezzato della onlus “Rainbow4Africa” parcheggiato nel piazzale della stazione ferroviaria di Oulx.

“Ieri sera abbiamo consegnato le chiavi dell’unità mobile al sindaco di Oulx – spiegano dall’associazione – il mezzo parcheggiato presso la stazione ferroviaria sarà il “posto calmo” dove i mediatori culturali dei Comuni e dell’Asgi potranno prendere contatto con i migranti che arrivano con il treno, prima che si mettano in marcia verso Claviere/Monginevro”.

Sopra il furgoncino i migranti potranno essere essere visitati e curati. L’obiettivo degli operatori è quello di assistere i migranti e contattarli direttamente attraverso i mediatori culturali, affinché evitino di rischiare la vita incamminandosi nei sentieri di montagna per superare il confine. Sempre a proposito dell’emergenza migranti, dall’altra settimana a Claviere è stato occupato il salone parrocchiale sotto la chiesa: a differenza di Bardonecchia e Oulx, non si tratta di un’attività istituzionale gestita da Prefettura, onlus e Comuni, ma di uno spazio autogestito e utilizzato come ricovero da chi prova a emigrare in Francia, con il supporto del gruppo “Briser les frontieres”.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

10 COMMENTI

  1. Ma questi sono pazzi. Favoriscono sfacciatamente l’immigrazione clandestina coinvolgendo perfino il sindaco! E c’è chi li sostiene. Mandano i clandestini a farsi arrestare in Francia visto che noi non siamo capaci. Hot spot abusivo parcheggiato alla stazione di fronte alla caserma dei carabinieri. .. uno sfregio… boh

  2. BASTA CON QUESTO RAZZISMO
    Perché i soldi per gli italiani non ci sono mai !
    Perché si tagliano i fondi a disabili (italiani)
    … per i CLANDESTINI i soldi invece ci sono sempre
    addirittura un’ambulanza nuova tutta per loro con tanto di personale, mentre a Susa la gente al pronto soccorso sta su di una brandina per 2 giorni in attesa.
    BASTA CON QUESTO RAZZISMO VERSO GLI ITALIANI

    • A parte che mi fa venire i brividi rispondere a uno che si firma col nome di un criminale, lo faccio solo per ricordare a hitler che Rainbow 4 Africa è una associazione di volontari che non pesa sulle spalle della comunità: sono professionisti e non che ci rimettono di tasca loro e non sono di certo a guardare il colore della pelle né la nazionalità di chi ha bisogno. Lei invece avrebbe bisogno di una buona documentazione invece che sparlare.

  3. Forse Giulia non ha capito, i volontari sono a scoraggiare i migranti ad attraversare la frontiera, non ad incoraggiarli. Una forma umana di incontrare altri umani, non demagogia: operatività sul territorio invece che nascondere la testa nella sabbia.

    • Io non penso che non abbia capito, diciamo che fa comodo non capire per avere il capro espiatorio contro cui scagliarsi… comunque è giusto aiutare tutti gli esseri umani che soffrono, italiani e non siamo tutti fatti di carne e ossa, proviamo dolore allo stesso modo, e non è giusto che un disabile italiano sia abbandonato a sè stesso, ma non è nemmeno giusto che una donna malata e partoriente debba morire perchè ha la pelle più scura della nostra e i gendarmi francesi non si degnano di accompagnarla in ospedale… cominciamo a guardare il nostro prossimo per quello che è: ESSERI UMANI, al di là della nazionalità…

  4. D’altro canto quando Dio ha dato il pianeta terra all’umanità, non ha messo delle frontiere o dei confini da non superare nemmeno se si sta per morire di fame… i confini sono un’invenzione dell’uomo che hanno portato a guerre ed eccidi senza fine…

    • I confini sono utili a chi li crea, anche quelli di reddito, come le barriere culturali e come il razzismo di chi ha più soldi e si sente superiore solo perché ha maggiori possibilità economiche.

  5. Che schifo. Stanno lentamente ed inesorabilmente edificando dei punti di ritrovo per clandestini. Presto ci ritroveremo in situazioni come quelle di Ventimiglia, dove il degrado ambientale e la paura dei cittadini italiani vessati dai ”migranti” sono all’ordine del giorno.
    L’Italia sta diventando una fogna a cielo aperto. Bene fanno i francesi a fare quello che qui ANCORA non si fa, e cioè ad opporsi a questo scempio e alla costante e ripetuta mancanza di rispetto di leggi, regole, territorio e popolazione locale.

  6. Chissà che bella sarà la stagione estiva in alta valle quando col bel tempo ci riempiremo di questa gente. Chissà come saranno contenti i turisti. Ma che problema c’è? Vuol dire che, se non si riuscirà a sbarcare il lunario e non ci saranno i soldi per campare, andremo tutti a bussare alla portai delle varie onlus e volontari che stanno supportando tutto ‘sto casino e sicuramente (come no?) loro ci aiuteranno e ci pagheranno le bollette e tutto il resto.

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.