CALCIO, GRANDE UNION VALSUSA: VINCE 2 A 0 CONTRO L’IVREA IN 10 UOMINI

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn


di LUCA MARTIN 
SUSA – L’Union Valsusa non ha alcuna intenzione di fermarsi. Nel giro di 10 minuti la squadra di Falco archivia anche la pratica Ivrea Banchette e si riconferma prima nel girone B.I segusini si presentano con l’ormai rodato 4-3-3: Miceli in porta, linea difensiva composta da Renna, Serpa, Di Emanuele e Olivero, centrocampo con Pereno, Mazzone ed Alberto Onomoni e tridente offensivo composto da Rizq, Aloisi e Anello.

I biancorossi sul manto del “Mario Quaglino” di Susa sono un rullo compressore e dopo appena 2 minuti di gioco trovano subito il vantaggio con Rizq, bravo ad insaccare la porta avversaria sugli sviluppi di un calcio d’angolo. 

La squadra capitanata da Di Emanuele (alla seconda partita dopo l’infortunio) non vuole saperne di abbassare i ritmi e indirizza la partita già al 10’, con Aloisi che viene atterrato in area e si guadagna il calcio di rigore. 

E’ lo stesso numero “10” dei padroni di casa a presentarsi sul dischetto di fronte a Mion che nulla può sul preciso rasoterra del fantasista biancorosso: è 2-0 per l’Union. Sembra ormai una regola non scritta, quella secondo la quale al gol di uno dei due attaccanti di Falco, corrisponde una segnatura anche dell’altro. E la coppia gol Rizq-Aloisi non ha alcuna intenzione di fermarsi. 

Nota negativa per i padroni di casa, dopo l’infortunio di Bonaudo della scorsa settimana, sono i problemi fisici occorsi ad Alberto Onomoni (per lui si teme uno stiramento) e a Rizq, rimasto a terra dopo uno scontro di gioco. 

La partita è ormai indirizzata, i padroni di casa gestiscono senza rischiare nulla fino al quarto d’ora della ripresa quando, dopo un sospetto rigore non concesso alla squadra di casa, l’Ivrea Banchette ne approfitta partendo in contropiede, con Serpa che è costretto ad atterrare l’attaccante avversario che si stava involando verso la porta di Miceli: fallo da ultimo uomo ed inevitabile espulsione per il muro dell’Union che dovrà saltare la sfida ai vertici contro il San Maurizio Canavese, vittorioso anche oggi e a 5 punti dalla capolista Susa.

Ultima mezz’ora di sofferenza, dunque, per la squadra guidata da Alberto Falco che complice anche l’inferiorità numerica fatica a trovare il colpo del ko. 

Possibilità che si presenta al 38’ del secondo tempo quando Aloisi viene nuovamente atterrato in area di rigore e l’arbitro concede all’Union il secondo penalty della giornata. Calcio di rigore che però si stampa sulla traversa e lascia il risultato invariato fino al triplice fischio dell’arbitro che sancisce l’ennesima vittoria dell’Union Valsusa, ora attesa da una vera propria prova di maturità in casa del San Maurizio Canavese: partita che, verosimilmente, i biancorossi dovranno affrontare rinunciando ad alcuni pezzi da 90 dell’11 titolare.

 

 

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.