COAZZE, “NON USATE LA SCUOLA COME SEGGIO PER IL REFERENDUM”

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
dal GRUPPO DI MINORANZA “COAZZE BENE COMUNE”
COAZZE – Il ministero dell’interno, attraverso le Prefetture, ha sollecitato nei mesi scorsi i Comuni a trovare soluzioni alternative all’uso delle scuole per le elezioni referendarie e amministrative, ove esse avranno luogo. Questo al fine di garantire, e qui citiamo testualmente: “Il corretto svolgimento delle attività didattiche”, in un inizio d’anno scolastico che vede finalmente il rientro a scuola dei nostri bambini e ragazzi dopo lunghi mesi di interruzione.
Le circolari Prefettizie, giunte ai comuni già il 14 luglio e il 3 agosto, chiariscono che la competenza, per individuare nuove sedi, è comunale ma sottolineano anche l’importanza di trovare soluzioni alternative tracciando i requisiti minimi affinché tutto ciò sia possibile.
Apprendiamo dai social che l’Amministrazione Comunale appronterà i seggi come di consueto alla “Pirandello”.
Perché nei tempi opportuni non è stata trovata una soluzione diversa dalle sedi scolastiche per garantire lo svolgimento del referendum? Perché non sono stati presi in considerazione altre soluzioni come il Prever, la Palestra o l’ex distretto?
Gli unici costi aggiuntivi al rituale allestimento sarebbero stati quelli della stampa dell’adesivo con l’indicazione della nuova sede da apporre alle vecchie tessere elettorali, costo che avrebbe potuto essere tranquillamente aggiunto alla consueta rendicontazione attraverso la quale le amministrazioni comunali ricevono i previsti rimborsi.
Siamo altresì certi che moltissimi cittadini elettori di Coazze, opportunamente coinvolti in questa importante scelta, sarebbero stati disponibili a ritirare di persona gli adesivi con il diverso indirizzo dei seggi. Bastava attivarsi, informare, coinvolgere perché scuola è paese, è continuità, è educazione, è supporto alle famiglie insomma, è futuro.
Speriamo che questo nostro appello possa ancora venire accolto dall’Amministrazione, anche se i tempi sono oggettivamente stretti e, come ogni volta, ci rendiamo disponibili a dare un aiuto concreto.
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.