UN PROGETTO PER VALORIZZARE I VIGNETI DELLA VALSUSA

Condividi
FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn

AVIGLIANA – Martedì 11 ottobre, nel panoramico Giardino Delle Donne del Comune di Avigliana, la relatrice Elena Di Bella, insieme alla Consigliera Metropolitana Sonia Cambursano, delegata allo sviluppo economico, alle attività produttive e al turismo, hanno illustrato il progetto denominato “Terroir”, una rassegna atta a unire i territori agricolo, vitivinicolo e gastronomico della Città Metropolitana di Torino, nell’ambito europeo “Alcotra Tour” della Strada Dei Vigneti Alpini tra Valsusa, Valsangone e Pinerolese.

Promettente e coeso l’incontro, durante il quale si sono favorevolmente espressi Giorgio Montabone, Comunità Montana, Gianfranco Martina per Azienda Cré Seren, Luca Trombotto DOC Pinerolese, Ufficio Turismo di Pinerolo, Giulia Chiarle Presidente Strada Reale dei Vini Torinesi ed il suo Consigliere Ezio Giaj, Giulia Chiarle pure presente per il Progetto Enostrada, Andrea Croce presidente Consorzio Valsusa DOC, Jacopo Suppo vicesindaco della Città Metropolitana di Torino e sindaco di Condove, Valentina Peracino ossia Presidente dell’Associazione Tutela Baratuciat e Vitigni Minori, insieme al segretario Enrico Allais, il quale in veste di unico produttore in Avigliana, ha ambasciato con gratitudine al sindaco di Avigliana Andrea Archinà sia la rappresentanza dell’associazione, che il sodalizio con Strada Reale.

Il risultato significativo raggiunto dall’incontro, ha palesato la distesa sicurezza dei partecipanti e dell’importante contributo che sono in grado di offrire, lodando i partecipanti disponibili, promuovendo fin da subito i prossimi incontri che saranno sabato 22 e domenica 23 ottobre a Pinerolo mentre infine sabato 29 ottobre presso il Castello della Marchesa Adelaide a Susa.

FacebookTwitterWhatsAppFacebook MessengerEmailLinkedIn
Condividi
© Riproduzione riservata

Che cosa ne pensi? Scrivici la tua opinione

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.